Condizioni di Fornitura

CONTRATTO E CONDIZIONI DI FORNITURA DEL SERVIZIO GRATUITO PER LA VENDITA E ACQUISTO DI OGGETTI SUL SITO WWW.CARLOMORANDI.NET

Condizioni di fornitura

1. FORNITORE DEL SERVIZIO.

I servizi resi disponibili sul sito web corrispondente alla risorsa dns www.carlomorandi.net , di seguito “Carlo Morandi” sono forniti dalla ditta individuale Morandi Carlo – REA 167615 – Italia – di seguito “amministratore”.

2. OGGETTO DEL SERVIZIO.

L’amministratore, per mezzo di Carlo Morandi, mette a disposizione di soggetti privati e commerciali, di seguito “utenti”, dei servizi organizzati di e-Commerce per la vendita di oggetti militari/ex militare, (di seguito l’oggetto), purché nel rispetto delle vigenti norme di legge in materia penale, civile e fiscale. l’accesso a Carlo Morandi avviene previa conferma delle credenziali di accesso per gli iscritti ai social o profilazione diretta attraverso web su Carlo Morandi. l’utente è quindi abilitato alla creazione su web di annunci di vendita composti da testo e fotografie e all’acquisto su web di oggetti mediante conferma telematica. La ricezione delle eventuali conferme di acquisto avviene unicamente ed esclusivamente attraverso i sistemi telematici resi disponibili all’utente attraverso Carlo Morandi. L’utente riconosce che l’amministratore non è un “banditore d’asta” nel senso tradizionale del termine, né tanto meno un mediatore. Il servizio fornito da Carlo Morandi agli utenti, ossia l’accesso alle funzioni di e-Commerce per la compravendita di oggetti su Carlo Morandi, è completamente gratuito.

3. OGGETTO.

Si definiscono “oggetti” ogni e tutti i beni militari ed ex militari di cui è consentita la detenzione e vendita ai sensi di legge. È proibita la vendita, acquisto, inserzionatura a qualsiasi titolo di armi da fuoco civili e da guerra o parti di esse, esplosivi o componenti o parti di essi, munizionamento, armi inertizzate sprovviste di regolare certificazione italiana, armi da taglio da guerra o per le quali sia obbligatoria la denuncia alle autorità competenti, equipaggiamenti, documenti, uniformi e tutto quanto correlato alle forze dell’ordine o alle forze armate italiane.

4. MODALITÀ DI VENDITA

Il sito consente agli utenti di acquistare oggetti unicamente attraverso due modalità:
a) il “Compralo Subito”. L’utente venditore pone in vendita un oggetto a prezzo fisso per un tempo predeterminato di gg 5.
b) la “Cronovendita”. l’utente venditore pone in vendita un oggetto a prezzo fisso per gg 2 e successivamente per gg 3 a scalare per frazione di ora e per un tempo complessivo predeterminato di gg 5 complessivi.
In entrambi i casi l’utente acquirente esplicita l’intenzione di acquisto dell’oggetto attraverso la “conferma di acquisto” telematica.

5. CONDIZIONI DEL SERVIZIO.

Tramite i servizi di Carlo Morandi possono essere proposti in vendita solo oggetti di cui l’utente sia il legittimo proprietario o possessore, sia che agisca per conto proprio o di terzi. Non possono essere venduti od offerti in vendita oggetti che violino la privacy di terzi, o le norme imperative vigenti civili o penali. Gli utilizzatori garantiscono di essere legittimi titolari dei diritti morali e patrimoniali d’autore sui testi e sulle immagini utilizzate nel predisporre la vendita dei propri oggetti. Si precisa che gli oggetti sono pubblicati al solo scopo di vendita per collezionismo e studio e non hanno alcuno scopo apologetico o di incitamento all’odio razziale, religioso, politico o di qualunque altra natura.

6. NORME GENERALI DI COMPORTAMENTO.

Gli abbonati sono tenuti ad osservare le seguenti norme di condotta, che accettano al momento dell’iscrizione/accesso a Carlo Morandi. È vietato fornire dati anagrafici falsi durante la profilazione web su Carlo Morandi, cederla a terzi senza autorizzazione scritta dell’amministratore, fornire false informazioni personali o relative agli oggetti; copiare, modificare i diritti di proprietà intellettuale e i marchi registrati dall’amministratore, alterare in tutto o in parte il funzionamento di Carlo Morandi. La violazione di una o più di tali regole e, in generale, l’adozione di condotte pregiudizievoli all’amministratore, agli utenti o a terzi determina l’immediata sospensione dell’account e la successiva cancellazione delle proposte di vendita in essere. L’amministratore si riserva di agire per il risarcimento dei danni subiti e subendi.
È ritenuta condotta pregiudizioevole non spedire gli oggetti di cui si è ricevuto il pagamento, non pagare gli oggetti acquistati o vendere a più acquirenti lo stesso oggetto.

7. CONTENUTI.

Tutti i marchi, loghi e layout grafico relativi a Carlo Morandi sono di proprietà esclusiva dell’amministratore che su di essi esercita il proprio copyright. L’utente riconosce che l’amministratore non è responsabile della conservazione o di eventuali perdite o danneggiamento dei propri contenuti. L’utente autorizza l’amministratore alla cancellazione dei propri contenuti in caso di cancellazione del proprio account.

8. MANLEVA.

Gli utenti si impegnano a mantenere indenne l’amministratore da ogni eventuale danno a lui derivante dalla vendita di un oggetto o dalla pubblicazione di contenuti, nonché da ogni responsabilità per qualsivoglia danno possa derivare ad altri utilizzatori del sito o a terzi, di natura patrimoniale e non patrimoniale conseguente o correlato alla violazione delle presenti “condizioni del servizio”. L’utente manleva l’amministratore da ogni e qualsivoglia responsabilità civile, per danni diretti e indiretti di qualsivoglia natura, verso altri utenti o terze parti, derivanti comunque dall’uso illegale e improprio di Carlo Morandi. l’utente si impegna a prestare la propria collaborazione all’amministratore, fornendo dati e informazioni sugli oggetti posti in vendita, a fronte di contestazioni e richieste di qualsivoglia natura rivolte all’amministratore stesso dalla pubblica amministrazione (ps cc gdf).

9. LIMITAZIONI DI RESPONSABILITÀ.

Tutti gli oggetti sono posti in vendita sotto la responsabilità esclusiva dell’utente che realizza l’inserzione. L’amministratore, non esercita alcuna verifica preventiva sulle caratteristiche, esistenza o genuinità dell’oggetto o del rapporto giuridico utente/oggetto. L’amministratore non risponde del buon esito della transazione, della spedizione, del pagamento o dei mezzi di pagamento utilizzati. L’amministratore non risponde per danni di qualsivoglia natura, diretti o indiretti, che derivino da interruzioni o difformità del servizio dipendenti da caso fortuito, forza maggiore o fatto da terzi fornitori dei servizi di hosting e di connessione.

10. GARANZIE.
Il servizio è fornito “as is” per lo scopo per cui è offerto.

11. GESTIONE DEL CONTENZIOSO.

Tutte le controversie amministratore/utente dovranno preliminarmente essere devolute al tentativo di conciliazione previsto dal servizio di mediazione e conciliazione della Camera di Commercio di Bologna. Ove la conciliazione fra le parti non riesca la controversia sarà devoluta al Tribunale di Bologna che si indica come foro esclusivo.

12. COMUNICAZIONI.

Tutte le comunicazioni fra l’amministratore e l’abbonato verranno inviate con modalità telematiche agli indirizzi forniti dall’abbonato al momento della sua iscrizione al sito. L’abbonato si dichiara consapevole del fatto che non verranno inviate comunicazioni ad indirizzi diversi da quelli forniti al momento dell’iscrizione e si impegna, sotto la propria responsabilità, a comunicare tempestivamente ogni eventuale variazione anagrafica e di contatto all’amministratore. Eventuali comunicazioni dirette all’amministratore saranno prese in considerazione solo se inviate a questo indirizzo mail info@carlomorandi.eu.

13. PRIVACY

Ai sensi del d.lgs. n. 196/2003 (codice in materia di protezione dei dati personali), che ha sostituito la legge n. 675/1996, il trattamento delle informazioni che la riguardano sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della sua riservatezza e dei suoi diritti. ai sensi dell’articolo 13 del d.lgs. n. 196/2003 (già art. 10 legge 675/1996) della legge predetta, dunque, le forniamo le seguenti informazioni: i dati da lei spontaneamente forniti verranno trattati, nei limiti della normativa sulla privacy, per le seguenti finalità: prestazione dei servizi telematici attraverso il sito web www.compravendimilitare.it. Il trattamento sarà effettuato attraverso modalità informatizzate. Il conferimento dei dati relativi a nome, cognome, indirizzo civico e codice fiscale sono obbligatori al fine di poterle offrire il servizio o le prestazioni da lei richieste. L’eventuale omissione di tali dati potrebbe comportare la mancata o parziale esecuzione del servizio fornito; il conferimento dei dati relativi all’indirizzo di posta elettronica è obbligatorio ed ha lo scopo di permettere all’amministratore di informarla ed aggiornarla circa lo stato del suo account, variazioni nelle modalità del servizio, eventuali problematiche di gestione o di natura tecnica. La informiamo che i dati personali idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, quelli attinenti alla salute, sono dati sensibili. Eventuali tali dati, da lei spontaneamente conferiti, non saranno oggetto di trattamento se non dietro suo espresso consenso scritto; i dati non saranno comunicati, previa suo consenso, ad altri soggetti che gestiscono Carlo Morandi. Il titolare del trattamento è il sig. Carlo Morandi – rea 167615 – italia – il trattamento dei dati ha luogo presso la predetta sede e sarà curato solo dall’amministratore. In ogni momento potrà esercitare i suoi diritti nei confronti del titolare del trattamento, ai sensi dell’art. 7 del codice della privacy (già art. 13 della legge n. 675/1996), in particolare lei potrà chiedere di conoscere l’esistenza di trattamenti di dati che possono riguardarla; di ottenere senza ritardo la comunicazione in forma intellegibile dei medesimi dati e della loro origine, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, l’aggiornamento, la rettificazione ovvero l’integrazione dei dati; l’attestazione che le operazioni predette sono state portate a conoscenza di coloro ai quali i dati sono stati comunicati, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato; di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che la riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta. Ai fini e per gli effetti di cui agli artt. 1341 e 1342 c.c. si dichiara che con la pressione del tasto “Accetto” dichiaro di aver letto, ben compreso e accettato tutti i punti da 1 a 13 delle Condizioni di Fornitura del portale CarloMorandi.net.

COOKIE

Cosa sono i cookie?

I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.

A cosa servono i cookie

I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.

Al fine di giungere a una corretta regolamentazione di tali dispositivi, è necessario distinguerli posto che non vi sono delle caratteristiche tecniche che li differenziano gli uni dagli altri proprio sulla base delle finalità perseguite da chi li utilizza. In tale direzione si è mosso, peraltro, lo stesso legislatore, che, in attuazione delle disposizioni contenute nella direttiva 2009/136/CE, ha ricondotto l’obbligo di acquisire il consenso preventivo e informato degli utenti all’installazione di cookie utilizzati per finalità diverse da quelle meramente tecniche (cfr. art. 1, comma 5, lett. a), del d. lgs. 28 maggio 2012, n. 69, che ha modificato l’art. 122 del Codice).

Al riguardo, e ai fini del presente provvedimento, si individuano pertanto due macro-categorie: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.

Editori e “terze parti”

Un ulteriore elemento da considerare, ai fini della corretta definizione della materia in esame, è quello soggettivo. Occorre, cioè, tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).

Sulla base di quanto emerso dalla consultazione pubblica, si ritiene necessario che tale distinzione tra i due soggetti sopra indicati venga tenuta in debito conto anche al fine di individuare correttamente i rispettivi ruoli e le rispettive responsabilità, con riferimento al rilascio dell’informativa e all’acquisizione del consenso degli utenti online.

Vi sono molteplici motivazioni per le quali non risulta possibile porre in capo all’editore l’obbligo di fornire l’informativa e acquisire il consenso all’installazione dei cookie nell’ambito del proprio sito anche per quelli installati dalle “terze parti”.
In primo luogo, l’editore dovrebbe avere sempre gli strumenti e la capacità economico-giuridica di farsi carico degli adempimenti delle terze parti e dovrebbe quindi anche poter verificare di volta in volta la corrispondenza tra quanto dichiarato dalle terze parti e le finalità da esse realmente perseguite con l’uso dei cookie. Ciò è reso assai arduo dal fatto che l’editore spesso non conosce direttamente tutte le terze parti che installano cookie tramite il proprio sito e, quindi, neppure la logica sottesa ai relativi trattamenti. Inoltre, non di rado tra l’editore e le terze parti si frappongono soggetti che svolgono il ruolo di concessionari, risultando di fatto molto complesso per l’editore il controllo sull’attività di tutti i soggetti coinvolti.

I cookie terze parti potrebbero, poi, essere nel tempo modificati dai terzi fornitori e risulterebbe poco funzionale chiedere agli editori di tenere traccia anche di queste modifiche successive.

Occorre tenere conto inoltre del fatto che spesso gli editori, che comprendono anche persone fisiche e piccole imprese, sono la parte più “debole” del rapporto. Laddove invece le terze parti sono solitamente grandi società caratterizzate da notevole peso economico, servono normalmente una pluralità di editori e possono essere, rispetto al singolo editore, anche molto numerose.

Si ritiene pertanto che, anche in ragione delle motivazioni sopra indicate, non si possa obbligare l’editore ad inserire sull’home page del proprio sito anche il testo delle informative relative ai cookie installati per il suo tramite dalle terze parti. Ciò determinerebbe peraltro una generale mancanza di chiarezza dell’informativa rilasciata dall’editore, rendendo nel contempo estremamente faticosa per l’utente la lettura del documento e quindi la comprensione delle informazioni in esso contenute, con ciò vanificando anche l’intento di semplificazione previsto dall’art. 122 del Codice.

Analogamente, per quanto concerne l’acquisizione del consenso per i cookie di profilazione, dovendo necessariamente -per le ragioni suesposte tenere distinte le rispettive posizioni di editori e terze parti, si ritiene che gli editori, con i quali gli utenti instaurano un rapporto diretto tramite l’accesso al relativo sito, assumono necessariamente una duplice veste.

Tali soggetti, infatti, da un lato sono titolari del trattamento quanto ai cookie installati direttamente dal proprio sito; dall’altro, non potendo ravvisarsi una contitolarità con le terze parti per i cookie che le stesse installano per il loro tramite, si ritiene corretto considerarli come una sorta di intermediari tecnici tra le stesse e gli utenti. Ed è, quindi, in tale veste che, come si vedrà più avanti, sono chiamati ad operare nella presente deliberazione, con riferimento al rilascio dell’informativa e all’acquisizione del consenso degli utenti online con riguardo ai cookie delle terze parti.

Twitter

Impieghiamo tecnologie come i cookie per rendere più facile e veloce l’utilizzo di Twitter da parte dell’utente in combinazione con il nostro sito; attivare funzioni; proteggere te, le altre persone e Twitter . Ad esempio, possiamo utilizzare questi strumenti per sapere se hai effettuato l’accesso a Twitter, aiutarti a utilizzare i plug-in sociali e i pulsanti di condivisione. Inoltre utilizziamo questo cookie per collegare la pagina twitter di Carlo Morandi con il nostro sito web.

Terza parte che conserva le informazioni dell’utente: Twitter

Google +

Impieghiamo tecnologie come i cookie per rendere più facile e veloce l’utilizzo di Google+ da parte dell’utente in combinazione con il nostro sito. Ad esempio, possiamo utilizzare questi strumenti per sapere se hai effettuato l’accesso a Google+, aiutarti a utilizzare i plug-in sociali e i pulsanti di condivisione. Inoltre utilizziamo questo cookie per collegare la pagina Facebook di Carlo Morandi con il nostro sito web.

Terza parte che conserva le informazioni dell’utente: Google +

Traduci